dovranno ricevere una profilassi antibiotica prima di sottoporsi ad un intervento chirurgico

 

Profilassi dell'endocardite

L'endocardite è l'infiammazione dell'endocardio (cioè della sottile membrana che riveste internamente le cavità cardiache). Essa colpisce per lo più l'area delle valvole cardiache.

Dato il fatto che la cavità orale non è mai sterile, in caso di interventi in quest'area si manifestano sempre batteriemie, cioè l'ingresso, per breve tempo, di batterie nella circolazione sanguigna.

Determinati pazienti hanno un maggiore rischio di ammalarsi di endocardite ovvero una maggiore probabilità di un decorso grave di un'endocardite di origine infettiva. I soggetti riportati di seguito dovranno ricevere una profilassi antibiotica prima di sottoporsi ad un intervento chirurgico:

  • pazienti con protesi valvolari cardiache (meccaniche e biologiche), come anche pazienti con valvole ricostruite con alloprotesi durante i primi 6 mesi dopo l'operazione
  • pazienti con endocardite superata
  • pazienti con difetti cardiaci congeniti

difetti cardiaci cianotici non operati oppure operati con tecniche palliative creando uno shunt sistemico-polmonare

difetti cardiaci operati con impianto di un condotto (valvolato o non) oppure difetti residui, cioè corrente ematica turbolente nell'area del materiale protesico

tutti i difetti cardiaci trattati con intervento chirurgico oppure con l'uso di protesi durante i primi 6 mesi dall'operazione

  • pazienti trapiantati di cuore che sviluppano una valvulopatia cardiaca

Per gli interventi di chirurgia odontoiatrica è consigliato il seguente schema:

    Singola dose 30-60 minuti prima di un intervento

Situazione

Antibiotico

Adulti

Bambini

Somministrazione orale  Amoxicillina (1)  2 g p.o.   50 mg/kg p.o.
 Somministrazione orale non possibile Ampicillina   2 g i.v.  50 mg/kg i.v.
 Allergia alla penicillina o all'ampicillina, omministrazione orale Clindamicina (2)  600 mg p.o.   20 mg/kg p.o.
 Allergia alla penicillina o all'ampicillina, somministrazione orale non possibile Cefazolina (3)   1 g i.v. 50 mg/kg i.v. 

Leggenda: p.o.= per os (somministrazione per via orale), i.v.= intravenosa (somministrazione intravenosa), (1) La penicillina può essere usata in alternativa, (2) in alternativa Cefalexina, (3) in alternativa Clindamicina o Ceftriaxone

Per ulteriori informazioni, clicca qui.

 
Medizin & Ästhetik | Alte Börse | Lenbachplatz 2a | 80333 München | Tel.: +49.89.51567963 | Email: