É importante interrompere l'assunzione di metformina 2 giorni prima di un intervento.

 

Metformina

La metformina (1,1-Dimethyl-biguanide) fa parte dei derivati biguanidici e viene impiegata per il trattamento del diabete, come il diabete insulino-indipendente (diabete mellito di tipo 2) ed in particolare per il trattamento di persone affette da sovrappeso leggero/patologico (preobesità/adiposità).

La metformina riduce la glicemia attraverso diversi meccanismi. La metformina è l'antidiabetico impiegato più a lungo. Studi clinici hanno dimostrato che la somministrazione regolare della metformina riduce l'insorgenza di eventi cardiovascolari per il diabete di tipo 2.

Un grave effetto collaterale della metformina è la cosiddetta acidosi lattica. Per acidosi lattica si intende un'acidificazione del sangue causata da acido lattico (lattato). Un paziente affetto da acidosi lattica riconducibile ad una somministrazione di metformina presenta un'elevata mortalità che arriva fino al 30 %.

In caso di maggiori interventi chirurgici durante il trattamento con metformina sussiste il pericolo di un'acidosi lattica. Per questo motivo è importante interrompere l'assunzione di metformina 2 giorni prima di un intervento.

Consultare il medico di famiglia o il diabetologo per verificare se è in corso il trattamento del diabete con farmaci contenenti metformina. Durante il colloquio con l'anestesista informare quest'ultimo dettagliatamente sull'assunzione di farmaci per evitare complicanze.

I medicinali elencati di seguito contengono tra l'altro la metformina:

Diabetase, Glucophage, Mediabet, Meglucon, Mescorit, Met, Metfogamma, Thiabet, Biocos, Diabesin, Glucobon, Siofor, Metformin-ratiopharm, Metformin-Stada ed altri farmaci generici

 

 
Medizin & Ästhetik | Alte Börse | Lenbachplatz 2a | 80333 München | Tel.: +49.89.51567963 | Email: